02 Giugno 2020
news
percorso: Home > news > La Spezia

70° Anniversario Scudetto: il ricavato in beneficenza

21-12-2014 14:50 - La Spezia
Sala Multimediale Comune della Spezia
Dal Torneo del Picco arrivano 16 mila euro per la beneficenza

Tenere viva la memoria dello scudetto conquistato il 16 Luglio 1944, dalla squadra di calcio dei Vigili del Fuoco della Spezia. Questo l'Hashtag di chi ha voluto e organizzato la cerimonia finale, che si è conclusa, con la consegna, a quattro organizzazioni benefiche della città della Spezia, la somma di più di 16.000 euro, compresa una borsa di studio.
Tutto era cominciato il 16 Luglio del 2013 con lo scoprimento di una lapide, all'Arena di Milano, teatro dell'incontro di calcio tra la squadra del "Grande Torino" e la "MITICA" compagine dei VVF della Spezia, che, in una finale a tre (con il Venezia) batterono il Toro dei Mazzola, dei Piola, dei Gabetto. Il Comitato organizzatore dell'evento di Milano, formato da Alberto Pandullo, Paolo Rabajoli, per l'UNVS, rispettivamente da Francesca Bassi, presidente della Sezione spezzina, il vice presidente Pierangelo Devoto e Piero Lorenzelli, Delegato Regionale della Liguria, per i VVF, con in regia, da Roma, il Prof. Fabrizio Santangelo Dirigente Superiore dei VVF, Ufficio per le attività sportive, decide di organizzare, per l'anno seguente, proprio il 16 Luglio, la celebrazione del 70° dallo scudetto, invitando 4 compagini, formazioni che, "idealmente", dovevano ricostruire l'evento del Luglio 1944 (Squadra dei VVF della Liguria, Vecchie Glorie del Torino, All Stars dello Spezia, Nazionale Veterani dell'UNVS).
Si aggiungono così al Comitato organizzatore: il Comune della Spezia, l'Aeronautica Militare (base di Cadimare, La Spezia), lo Spezia Calcio , i VVF della Spezia (Comando Provinciale) e la Lega di Calcio serie B
Nella storica serata del 16 Luglio 2014, presso lo stadio Alberto Picco alla presenza di 2000 spettatori, nel suddetto torneo, la vittoria finale, dopo i vari incontri tra le diverse formazioni, andava alla squadra All Stars dello Spezia. Come stabilito in precedenza, il ricavato della manifestazione doveva essere elargito a 4 organizzazione benefiche della città, ed esattamente a: Caritas, Missione 2000 (mensa dei poveri), l'Isola che non c'è (si occupa di adolescenti disadattati) ed al Canile Municipale. Il giorno 5 Dicembre u.s. presso la Sala Multimediale del Comune della Spezia, a conclusione delle attività connesse al 70° anniversario dalla conquista dello scudetto da parte del 42° Vigili del Fuoco della Spezia, si è proceduto, durante una conferenza stampa, alla consegna del ricavato dell'evento sportivo alle associazioni benefiche, alle quali andranno 3 mila e 700 euro e spiccioli. Inoltre una borsa di studio di mille euro sarà donata ad un allievo meritevole dell'Istituto "Maddalena" (O.N.F.A. Opera Nazionale Figli degli Aviatori) dell'Aeronautica Militare di Cadimare, rappresentata per l'occasione dal comandante della base colonnello Giuseppe Lauriola. Il componente del comitato organizzatore, Paolo Rabajoli, delegato provinciale dell'USSI (stampa sportiva italiana) ha illustrato gli scopi e le finalità dei beneficiari, confermando che saranno prontamente emessi i bonifici, come la legge prevede. Dopo il saluto del sindaco Massimo Federici, che ha parlato di una vittoria anche in questo frangente, ricordando la bellissima pagina di Sport nazionale e spezzino scritta 70 anni fa, sottolineando la finalità esemplare del ricavato " Una vittoria di memoria, Sport e Solidarietà"
Il primo cittadino era accompagnato dall'Assessore allo Sport, Patrizia Saccone. Quindi il Presidente del Comitato del Settantesimo, Alberto Pandullo, ha ripercorso la storia dello scudetto e come si è giunti all'organizzazione del quadrangolare, con l'input del presidente della Lega di serie B, Andrea Abodi. Il presidente della Sezione UNVS della Spezia "O. Lorenzelli - F. Zolezzi", Francesca Bassi, ha ricordato gli sponsor che hanno contribuito in maniera determinante a toccare la cifra record di oltre 16 mila euro. Lo ricordiamo. Liquigas, Acqua San Benedetto, Fluid Global Solutions, Commercio Tecnico Industriale, Intesa san Paolo, Comune della Spezia, Autoligure e Sporting club Marconi. Di quest'ultimo centro sportivo con sede a Segrate è presidente Angelo Zanoli, che ricopriva la carica di massimo dirigente dello Spezia quando la Federcalcio, nel 2002, riconobbe lo scudetto. Per il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco è intervenuto il Comandante della La Spezia facente funzioni, Ing. Giuseppe Zironi, che ha portato la coppa vinta nel '44 e la medaglia d'oro assegnata dalla Federcalcio nel 2002, e, nel suo intervento ha ricordato: "Come ai tempi di Olimpia si fermavano le guerre per disputare le Olimpiadi, così, in quel travagliato 1944, per un paio d'ore, si fermò la guerra civile in atto per disputare le finali del campionato di calcio".
Il Delegato Lorenzelli ha dato grande rilievo e valore ai giornalisti e scrittori sportivi, che con la loro opera hanno riportato alle cronache un evento che ormai, dato il lasso di tempo trascorso, era un pò calato nel dimenticatoio. Grande merito infine va attribuito al Prof. Fabrizio Santangelo, che ha raccolto tutte le testimonianze dell'epoca, quelle odierne, pubblicando sul sito nazionale dei VVF, filmati, interviste, foto, pagine di numerose testate italiane, creando così la più ricca e completa ricostruzione storica degli avvenimenti calcistici di 70 anni fa, connessi allo scudetto conquistato dai VVF della Spezia. Il ripercorrere la storia, fino ai giorni nostri, rende finalmente merito alle gesta ed alla squadra dei "Mitici" VVF spezzini, del periodo bellico, fissando, a perenne memoria, quella gloriosa pagina di Sport. Infine,la presidente Bassi, ha indirizzato i ringraziamenti alle Forze dell'ordine ed ai bar che hanno venduto i biglietti e magliette celebrative: Lori di Montepertico, Idea di Corso Cavour, Smoke Caffè, il negozio di Football Point di Via XXIV Maggio di Federico La Valle, oltre ai club Spezia, Vigili del Fuoco, gli stewards della Check service di Firenze, coordinati da Giacomo Cidale, Confindustria, la Rada di Porto Lotti, Croce Rossa, Il Secolo XIX, Radio 19, Camera di Commercio e Coldiretti.
Presente lo storico Presidente del Toro Club Lunigiana di Pontremoli, Giorgio Gerali (socio UNVS), collaboratore dell'evento sportivo del Picco, che ha consegnato agli organizzatori, guidoncini e altro materiale storico e commemorativo del Toro.

Vedere al Link :

http://www.vigilfuoco.it/sitiSpeciali/viewPage.asp?s=2&p=6721


Fotografie di Stefano Stradini

Fonte: UNVS La Spezia

Realizzazione siti web www.sitoper.it
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account