27 Maggio 2020
news
percorso: Home > news > La Spezia

Comsubin e Polo Marconi, ecco gli "spezzini" olimpici

16-07-2016 12:13 - La Spezia
Antonino Barillà (foto Marina Militare)
La Spezia - Due ingegneri, uno ancora in attesa di laurea. Nati altrove ma arrivati alla Spezia per motivi di lavoro o, appunto, di studio. Nessuno raccoglie il testimone di Erica Barbieri, judoka spezzina in gara alle Olimpiadi di Londra del 2012, ma la città del Golfo dei Poeti non potrà che fare il tifo per Antonino Barillà e Francesco Marrai prossimi partecipanti alla kermesse di Rio de Janeiro che inizierà il 5 agosto.

Il primo, 28enne nativo di Villa San Giuseppe in provincia di Reggio Calabria, è un tiratore del Centro sportivo agonistico del Comsubin con un curriculum che fa veramente ben sperare. Medaglia d´argento al Campionato del mondo del 2014 a Granada (Spagna) nel singolo e medaglia d´oro a squadre, campione mondiale universitario nel 2012 a Kazan (Russia), medaglia d´argento ai Giochi del Mediterraneo di Mersin (Turchia), medaglia d´oro alle Universiadi di Kazan (Russia) nel 2013, vittoria nella Coppa del Mondo a Lanarca (Cipro) lo scorso anno e medaglia di bronzo ai Giochi Europei di Baku (Azerbaijan). La sua specialità è il tiro a volo, che lo vedrà scendere in campo il 7 agosto con la speranza di giocarsi la finale prevista per il 13.

Marrai, nato a Pisa 23 anni fa ma livornese, è invece legato alla Spezia in quanto studente del Polo Marconi. E´ insomma un futuro ingegnere nautico di quel corso di laurea unico in tutto il panorama europeo che ieri ha ricevuto garanzie di sostegno da parte del ministro dell´Istruzione Stefania Giannini giunta in città per un convegno. Fa parte del gruppo sportivo delle Fiamme Gialle ed è un velista che gareggerà nel singolo maschile Laser Standard con buone chance: è infatti risultato il vincitore della regata pre-olimpica recentemente.
"A inizio quadriennio mi sono posto l´obiettivo di raggiungere una certa regolarità e ad arrivare nei primi dieci nelle regate importanti, che non vuol dire vincere sempre, o arrivare sul podio, ma restare lì, tra i migliori. Ed è su questa continuità che ho costruito la mia crescita. Ora chiaramente punto ad andare lì e giocarmela, senza timore. I Giochi sono un sogno, la regata più importante a cui si possa aspirare: partecipare è già una grande emozione, ma vado lì a testa alta", ha detto a Genova dopo il Consiglio federale che gli ha aperto le porte del Brasile. Il programma della vela inizierà invece l´8 agosto.

CITTADELLASPEZIA.COM


Fonte: UNVS La Spezia - La Spezia

Realizzazione siti web www.sitoper.it
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account