01 Novembre 2020
news
percorso: Home > news > La Spezia

GIRO D´ITALIA 2015, LA SPEZIA SEDE DI ARRIVO E PARTENZA

01-05-2015 00:29 - La Spezia
Piazza Verdi
Il 12 e il 13 maggio La Spezia ospiterà il Giro d´Italia e quest´anno la nostra città sarà eccezionalmente sede di arrivo e partenza di tappa.
Fervono i preparativi per accogliere nel migliore dei modi questo evento sportivo, che sarà l´ottavo traguardo alla Spezia nella quasi centenaria storia del Giro d´Italia. La corsa rosa, ideata nel lontano 1909, nei primi anni di storia sceglieva come partenze e arrivi d´Italia soltanto i grandi capoluoghi di Regione e i centri economici che andavano per la maggiore. Tappe lunghissime, tanti concorrenti ritirati fecero pensare ad un graduale cambiamento con l´aumento del numero di passaggi e percorsi più brevi. La prima volta che la Spezia è stata traguardo di una tappa al giro fu infatti il 5 giugno del 1929 (il 7 giugno si ripartì proprio dalla Spezia per arrivare a Parma), nell´edizione numero 17: i corridori partirono da Siena, per 192 chilometri alla fine dei quali vinse in volata Alfredo Dinale, che non scalfì tuttavia la prima posizione di Alfredo Binda, vincitore di quel giro al traguardo di Milano. Nove anni più tardi la storia si ripete: da Santa Margherita Ligure, 81 chilometri bastarono a Giovanni Valetti per staccare tutti e aggiudicarsi la tappa. Anche in questo caso di ricominciò proprio dalla Spezia il giorno dopo per arrivare a Montecatini Terme. Proprio Valetti vincerà quel giro dopo aver strappato la maglia rosa a Cesare Del Cancia.

Il Secondo dopo-guerra.

Il giro continuerà, dopo la guerra, ma bisogna attendere gli anni ´60 per ritrovare la Spezia traguardo di tappa: esattamente il 27 maggio del 1963, quando il tragitto Salsomaggiore-la Spezia quando Giorgio Zancanaro trovò lo stacco giusto per mettere tutti in fila e tenere una manciata di secondi fino alla fine. Il giorno seguente si riprese dalla Spezia per arrivare ad Asti in Piemonte, mentre a Milano trionfò Balmamion. Nel 1967 altro arrivo: il 22 maggio la tappa parte da Alessandria, si dipana per 223 chilometri e sul traguardo spezzino Gomez Moral vince in un giro che alla distanza vide primeggiare Felice Gimondi. Anche in questo caso il giorno seguente il giro ripartiva per nuova destinazione, Prato. Altro salto in avanti, al 1978, anno della 61esima edizione: la seconda tappa di quel giro, il 9 maggio 1978, arriva alla Spezia da Novi Ligure, passando per l´Appennino in 195 chilometri complessivi con successo in volata di Beppe Saronni (il giorno dopo dalla Spezia si ripartì alla volta di Cascina, in provincia di Pisa), in un giro che a Milano vide davanti a tutti Johan De Muynck.
L´anno successivo non c´è arrivo (il giorno prima c´era stata la crono Lerici-Portovenere vinta da Knut) ma di qui si parte: 212 chilometri per arrivare a Voghera il 28 maggio 1979 e vedere trionfare Bernt Johansson in un giro che alla fine premiò un grande Saronni, capace di vincere un testa a testa con l´altro ciclista italiano del tempo, Francesco Moser. Nel 1989, come detto, vinse il ciclista parigino Fignon in una bellissima volata dopo 6 ore 10 minuti e 50 secondi. Dalla Spezia invece è partita l´anno successivo la decima tappa della 73esima edizione: il 26 maggio del 1990, i corridori dovettero affrontare la Cisa per poi raggiungere Langhirano. Vinse per distacco Vladimir Poulnikov nel famoso giro in cui Gianni Bugno tenne la maglia rosa dall´inizio alla fine. Sette anni dopo l´ultima partenza dal comune capoluogo: il 29 maggio 1997 dalla Spezia i ciclisti raggiunsero Varazze, sulla costa savonese, con volata vinta da Giuseppe Di Grande mentre a Milano fu Ivan Gotti ad alzare le mani

La corsa rosa in provincia e Lunigiana.

Il Giro ha avuto anche passaggi, intesi come arrivi e partenze, anche in provincia e nella vicina Lunigiana. Come dimenticare, innanzitutto, il successo di Jean Paul Van Poppel nella tappa che il 24 maggio 1986 portava i corridori da Siena e la cittadina dell´estremo levante ligure. Il giorno dopo si ripartì da Sarzana alla volta di Salice D´Ulzio e alla fine quel giro, edizione numero 69, vide il successo di Roberto Visentini. In Lunigiana invece, al di là dei tantissimi passaggi, il giro ha fatto tappa poche volte: si ricorda innanzitutto l´edizione numero 79, quando il 30 maggio 1996 il giro partiva da Aulla per raggiungere Loano con vittoria di Fontanelli in volata in un giro dominato dal russo Pavel Tonkov. Nel 2004 Pontremoli fu sia arrivo che partenza di tappa nei giorni 10-11 maggio. In Lunigiana vinse Cunego, mentre il giorno seguente all´arrivo appennino di Corno alle Scale fu Gilberto Simoni ad esultare anche se a Milano Cunego si aggiudicò il suo primo giro in carriera. La lunga lista dei "precedenti" si chiude con la suggestiva cronometro Sestri Levante-Riomaggiore che tutti ricordano, nel giro 2009, quello della vittoria di Denis Men´šov (Menchov): il 21 maggio il ciclista della Rabobank, ritiratosi un anno fa dalle competizioni, stravinse la tappa e alla fine, complice la squalifica per doping di Di Luca, avrà la strada spianata per la vittoria finale.
Cittadellaspezia.com


Il Comune della Spezia si è fatto propugnatore di varie manifestazioni sportivo/promozionali, in preparazione all´arrivo del Giro d´Italia, alla Spezia. L´assessore comunale allo Sport Patrizia Saccone, in sinergia con Società Sportive ed Associazioni, sta mettendo in campo iniziative idonee alla pubblicizzazione su tutto il territorio dell´evento del 12 e 13 Maggio. Il giorno 24 u.s., a La Spezia, sulla centralissima Piazza Verdi, parzialmente libera dal traffico, organizzata da G.S. Tarros, con la partecipazione di Anffas (Presidente Alessia Bonati), Veterani dello Sport (UNVS), ed altri Volontari, ha visto la realizzazione dell´evento promozionale per i bambini/e delle ultime tre classi della scuola primaria. Sono stati convocati 250 giovanissimi, per aggregarli e far provare loro alcune discipline sportive, praticabili in piazza. Evento organizzato dal GS Tarros, della Famiglia Musso, sempre sensibile ed a fianco dei giovani, seguiti in diverse discipline sportive, grazie anche ai dirigenti Eugenio Manzone e Marco Canaletti.
Altri sponsor presenti, Decathlon e Supermercati Conad di Piazza Matteotti - La Spezia.
Ad ogni mini atleta, per l´occasione, è stata donata una maglia rosa con la scritta #quellicheilgiro LA SPEZIA a ricordo della tappa del 12 Maggio prossimo, che vedrà i corridori all´arrivo nella nostra città.
Sono stati altresì approntati spazi ludico/sportivi, con 3 campetti di Badminton, un percorso di slalom per bici, 5 piste per tappini, ed un´area di animazione.
La Sezione UNVS della Spezia, ha preparato 5 piste per tappini, per far "riassaporare e rinverdire" giochi che, nel passato, erano molto praticati. Presenti ed operanti il Presidente Francesca Bassi, il Consigliere Giancarlo Guani ed il Delegato Liguria Piero Lorenzelli.
A gruppi di 9-10 alla volta, i concorrenti "in erba" si sono cimentati con entusiasmo, sulle piste approntate. Tifo ed incitamento, per i concorrenti, anche da parte di alcuni genitori, presenti sulla piazza. E´ trascorsa così, in serenità ed allegria, la mattinata, per tutti i presenti, che hanno potuto provare le varie specialità sportive offerte. Premi per tutti e, a seguire, piccolo ristoro, dopodichè ritorno ai rispettivi istituti scolastici.
Il giorno 28 pv. , alle ore 17:00, si terrà, presso la Sala Dante, la presentazione ufficiale della tappa del Giro d´Italia, alla presenza delle Autorità.


Fonte: UNVS La Spezia

Realizzazione siti web www.sitoper.it
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account