07 Luglio 2020
news
percorso: Home > news > La Spezia

Vigili del Fuoco-Spezia 1944, cerimonia consegna pergamene ricordo

27-07-2014 17:14 - La Spezia
Grandi campioni del calcio spezzino
Dopo le celebrazioni e festeggiamenti tenutesi al campo sportivo Alberto Picco, con il quadrangolare di calcio che ha visto la partecipazione di VVF La Spezia, Vecchie Glorie del Torino, All Stars Spezia, Nazionale UNVS, il giorno 16 Luglio 2014, a Cadimare (SP), presso la base Aereale dell´Aeronautica Militare, comandata dal Col. Lauriola, alla presenza, di un folto pubblico, del Presidente UNVS Bertoni e dei 4 organizzatori dell´evento del 70°, vale a dire, Francesca Bassi, Presidente di UNVS La Spezia, Piero Lorenzelli, Delegato della Liguria, e degli altri due preziosi compagni di viaggio, Alberto Pandullo, Paolo Rabajoli, senza dimenticare il fondamentale supporto dei VVF, (Prof. Fabrizio Santangelo, Ing. Zironi) sono state consegnate le pergamene ricordo, ai famigliari dei "mitici" calciatori, autori dell´impresa di sconfiggere, contro tutti i pronostici, l´imbattibile squadra del Torino, vincendo il c.d. "Scudetto di Guerra". La "squadretta ligure" dei VVF della Spezia, come all´inizio del Torneo veniva considerata, sulla carta, non aveva nessuna possibilità di aggiudicarsi la vittoria finale; però fu in grado di scrivere una bellissima ed incredibile storia di un calcio d´altra epoca, fatta di muscoli ed idee e grandi sacrifici, anche economicamente, poco compensati.
Ancora, ci piace ricordare gli 11 giocatori che scesero in campo, all´Arena di Milano, il 16 Luglio 1944:
Bani Sergio, Borrini Eraldo, Amenta Carmelo, Gramaglia Bruno, Persia Wando, Scarpato Carlo, Tommaseo Mario, Rostagno Paolo, Angelini Sergio , Tori Renato, Costa Giovanni
Queste le riserve, che nel corso del campionato avevano degnamente sostituito i titolari:
Castellini Giuseppe, Incerti Riccardo, Bicchielli Sergio, Fiumi Rinaldo, Vinicio Viani, Persia Sergio
Il gruppo del 42° Vigili del Fuoco della Spezia, era formato da personaggi, il cui luogo di nascita, risultava:
Bani, Persia Wando, Rostagno, Persia Sergio, Castellini, Fiumi, Bicchielli, Incerti - La Spezia
Amenta - Milano
Gramaglia (simbolo e primo capitano della Sampdoria), Scarpato, Barbieri (Allenatore) - Genova
Viani, Angelini, Tori - Versilia (Viareggio)
Costa - Vicenza
Borrini - Piadena (CR)

Comandante dei VVF, Ing. Gandino - La Spezia

Vogliamo ora riproporre una toccante lettera, scritta nel 1990 (lo scudetto verrà riconosciuto dalla FIGC soltanto 12 anni dopo), da alcuni dei "superstiti" dei VVF del ´44, testo scritto a 4 mani da Rostagno e Tommaseo, al giornalista Armando Napoletano, autore di libri ed articoli, sulla vicenda sportiva di guerra.
La lettera, del ´90, è stata riproposta in occasione della morte, avvenuta nel 2010, dell´ultimo giocatore Sergio Bicchielli (ai tempi, era il più giovane del gruppo), dal giornale online Città della Spezia (CdS), testuale:

- La scomparsa in settimana di Sergio Bicchielli cancella, solo dalla vita terrena, l´ultimo degli eroi del tempo, 1944, scudetto indimenticabile. Nell´era dell´inganno universale del calcio, quella verità resta la più bella mai espressa dal nostro calcio. Quella che oggi Cds vi regala per ricordarli ancora è una lettera, che venne inviata a noi da Mario Tommaseo e Paolo Rostagno. La pubblichiamo integralmente.

I nostri compagni.
Lettera di Mario Tommaseo e Paolo Rostagno

La Spezia, 4.12.1990

Carissimo Napoletano,
è con grande piacere che io e Paolo Rostagno torniamo a lei per ringraziarla del bellissimo articolo di martedì scorso nel quale, voluto da lei, ne siamo stati i protagonisti verbali, ed il fatto ci onora maggiormente considerando che la storia dello sport spezzino per quanto riguarda le imprese epiche, abbia avuto inizio proprio con la nostra vittoria sul Torino in quella leggendaria partita del 1944.
Avremo comunque modo, alla prima occasione, di farlo personalmente. Ma il motivo di questa lettera non è soltanto quello del ringraziamento. Vorremmo dire che forse abbiamo parlato un po´ troppo di noi stessi e niente di quegli altri giocatori che insieme a noi formarono la rosa e che per rispetto non vogliamo chiamarli "riserve".
Anche loro disputarono parecchie partite ed anche con loro, non ne perdemmo una, a dimostrazione che erano validi quanto noi. Un po´ di quella gloria gli tocca di diritto e noi siamo felicissimi che così sia. E li citiamo.
Fermo restando che la squadra titolare fu composta da quelli che vinsero le finali di Milano, è nostro dovere segnalare anche quelli che con noi vissero fino all´ultimo il grande trionfo e che furono:
Beppe Castellini, sostituto del titolare Bani, che ebbe poi grande valorizzazione in serie A con il Genoa Calcio; Persia Sergio, difensore, fratello di Wando, che fu titolare per parecchi anni in serie B con il Parma;
Viani II (Vinicio), grande cannoniere della Fiorentina e che mancò alle finali per motivi bellici;
Sergio Bicchielli, titolare nell´Entella, in serie C. Fuggevoli apparizioni all´inizio del campionato ebbero: il centromediano Rossi, con grosse esperienze in A ed In B nel Livorno; Rinaldo Fiumi, che poi dallo Spezia passò all´Inter di Milano; Riccardo Incerti (portiere) fratello di Ferruccio Incerti.
Nella sostanza, la rosa effettiva comunque fu questa: Bani, Castellini, Persia Wando, Amenta, Gramaglia, Scarpato, Borrini, Persia Sergio, Bicchielli, Rostagno, Tommaseo, Viani II, Angelini, Tori, Costa.
Questo era nostro dovere puntualizzare, senza dimenticare l´apporto notevole del massaggiatore Mario Rossi per utilità ed assistenza.
Se nel futuro avesse occasione di ritornare su quei fatti ci farebbe piacere che quanto detto venisse a conoscenza degli sportivi, fermo restando che comunque, se fosse necessario, saremo a sua disposizione personalmente.
La salutiamo con la grande stima che le dobbiamo
Mario Tommaseo e Paolo Rostagno

Ritornando ai giorni nostri: a Cadimare, Noi dell´UNVS abbiamo consegnato nelle mani dei parenti presenti alla cerimonia, una pergamena che ricorda, pur a distanza di 70 anni esatti, il "Gesto Sportivo" dei calciatori del 42° Vigili del Fuoco della Spezia.
E´ doveroso ricordare che Paolo Rostagno e Giuseppe Castellini, nel 1972, furono tra i Soci Fondatori della sezione UNVS della Spezia.

Chi ama non dimentica. Un grazie a tutti Voi, MITICI VVF del ´44 !


La foto, presente nel titolo, mostra dei grandi calciatori spezzini:
Da sinistra: Ing. Locori (con il giubbino di renna e cravatta), storico dello Spezia e grande tifoso della squadra;
Orlando Lorenzelli, (con il cappello in mano), padre dello Sport spezzino, dal ´42, allenatore dei pugili VVF;
Gino Rossetti, (con cravatta rossa), giocatore del Torino (anni ´20), componente del Trio delle Meraviglie (Baloncieri, Libonatti, Rossetti);
Sauro Tomà (accanto a lui, con giacca scura) unico superstite del Grande Torino, tuttora vivente;
Paolino Rostagno (giacca marrone) Giocatore della squadra VVF ´44.

Seguono altre foto della consegna delle pergamene, da parte del delegato UNVS Liguria, Piero Lorenzelli, ai famigliari dei calciatori dei VVF 1944

Vedere il LinK:

http://www.vigilfuoco.it/sitiSpeciali/viewPage.asp?s=2&p=6721


Fonte: UNVS La Spezia

Realizzazione siti web www.sitoper.it
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account